Man in the mail per Striscia la Notizia

Truffa "Man In The Mail"L’anno scorso abbiamo parlato del fenomeno della truffa alle aziende tramite intercettazione della posta elettronica e bonifici esteri ma sentiamo doveroso tornare sull’argomento dato che il fenomeno è in  aumento. Striscia la Notizia ha dedicato oggi un servizio proprio a questo tipo di truffe, note con il nome di “Man in the mail“, mediante le quali migliaia di aziende hanno perso ingenti somme di denaro versandole su conti IBAN sotto il controllo dei delinquenti.

DiFoB per Striscia la Notizia sul trojan che chiede il riscatto

Il trojan Cryptolocker a Striscia la NotiziaIeri sera è andato in onda il servizio dove i partner dello Studio Di.Fo.B. hanno collaborato con Moreno Morello di Striscia la Notizia per realizzare un servizio sul trojan TorrentLocker (erede del noto “ransomware” chiamato CryptoLocker) che ha recentemente colpito centinaia di vittime criptando i loro documenti e chiedendo, in cambio, un riscatto di circa 400 euro in Bitcoin.

Recupero dati per Le Iene

Recupero dati per Le Iene con DEFTLo Studio DiFoB ha collaborato con lo Staff de Le Iene per il recupero dati dalla microcamera che i collaboratori di Luigi Pelazza avevano con sé durante l’aggressione subita nel corso le riprese del servizio sui giocattoli cinesi. Il 16 aprile scorso infatti, durante le riprese del servizio sulla tossicità rilevata in alcuni giocattoli venduti da negozianti Cinesi, il reporter de Le Iene Luigi Pelazza è stato aggredito da alcuni commercianti. Oltre a percuotere Luigi Pelazza, gli aggressori hanno strappato di mano la videocamera all’operatore de Le Iene facendola a pezzi. Uno dei collaboratori aveva fortunatamente con sé una microcamera che, nella colluttazione, si è danneggiata continuando le riprese ma cancellando le registrazioni presenti sulla scheda di memoria.

Altra collaborazione con Le Iene per il servizio sui Centri Assistenza

Le Iene - Qualcuno Spia nel Tuo Computer (con Paolo Dal Checco, Stefano Fratepietro e Matteo Viviani)Domenica 17 marzo 2013 è andato in onda il servizio de Le Iene intitolato “Qualcuno spia nel tuo computer” dove Stefano Fratepietro della Tesla Consulting e Paolo Dal Checco dello Studio DiFoB hanno collaborato con Matteo Viviani de Le Iene per la parte tecnico/informatica. Il buon Riccardo Spagnoli ha come al solito fatto ottime riprese e un montaggio riuscitissimo

Per il servizio de Le Iene infatti – con il supporto indispensabile di Massimiliano Dal Cero per la parte di hacking hardware e tweaking dei processi/servizi – Paolo Dal Checco e Stefano Fratepietro hanno preparato un PC che registra tutto quello che accade sul computer, come se ci fosse una telecamera invisibile puntata sullo schermo. Una piccola modifica alla configurazione del browser per navigare in Internet ha simulato un problema sulla visualizzazione dei video YouTube che ha reso necessaria la “riparazione” da parte dei centri assistenza dove Le Iene hanno portato il notebook.

Ovviamente, prima di portare il computer nei centri assistenza, la iena Matteo Viviani ha salvato sul desktop diverse fotografie, filmati, password e documenti riservati della bella complice Zaira Barbagallo, la ragazza che ha poi portato di persona il PC portatile dai tecnici dell’assistenza.

Su cinque centri assistenza PC presso i quali Zaira – che nella vita fa la modella e quindi sicuramente non passa inosservata – ha portato il proprio computer portatile, tre hanno spiato le fotografie e i documenti privati presenti sul notebook e due hanno fatto una cosa piuttosto inaspettata, anche se in fondo forse prevedibile. Due tecnici hanno infatti copiato su una loro pendrive USB tutta la cartella delle fotografie private della ragazza, commettendo quindi un reato che va oltre la semplice “sbirciatina”! Per fortuna, Zaria si è imbattuta anche in due tecnici corretti che si sono limitati a risolvere il problema senza rovistare tra le sue fotografie, password e documenti personali.

Ovviamente non si può generalizzare, i tecnici onesti e corretti per fortuna ci sono, ma quelli che si sono guardati il contenuto delle cartelle private della bella Zaira e soprattutto quelli che le hanno persino copiate su una loro chiavetta USB farebbero meglio a considerare come pensando di fare una leggerezza hanno invece commesso alcuni reati punibili penalmente.

Il filmato de Le Iene “Qualcuno spia il tuo computer” andato in onda su Italia Uno domenica 17 marzo 2013 è disponibile per la visione presso il sito Mediaset nella sezione Le Iene.

Recupero dati con DiFoB a Le Iene

Le Iene, recupero dati dai cellulariE’ andata in onda domenica 3 marzo 2013 la puntata de Le Iene sul recupero dati dai cellulari. Lo Studio DiFoB, in collaborazione con il Stefano Fratepietro, ha mostrato come sia fattibile recuperare SMS, MMS, contatti, fotografie e filmati dagli smartphone, siano essi iPhone, Android, Nokia o altri telefonini anche se formattati o resettatti. Spesso, anche se il cellulare è stato ripristinato allo stato di fabbrica, è possibile recuperare anche email, numeri di carte di credito, password di Facebook, tracce della navigazione Internet.

Termini di ricerca recenti:

  • servizio iene cellulari
  • le iene recupero dati cellulare
  • recupero dati cellulare
  • servizio iene recupero dati cellulare

Giuseppe Dezzani con “Social Generation” al TG5

Il partner dello Studio Giuseppe DEZZANI interviene al TG5 per presentare il suo ultimo libro “Social Generation: riconoscere e difendersi dalle minacce che popolano i social network“, edito da Hoepli e scritto insieme al Colonnello Mario Leone PICCINNI.

Il libro “Social Generation” è uno strumento prezioso per gli utenti che per la prima volta si avvicinano al mondo dei social network ma anche per coloro che frequentano quelle stesse community da tempo. Il libro, scritto da un noto esperto informatico e da uno dei più quotati investigatori digitali italiani, è ricco di utili indicazioni su quelle che sono le criticità connesse all’utilizzo dei nuovi media sociali, dalla fase di iscrizione a quella della fuoriuscita o cancellazione, e fornisce istruzioni su quali soluzioni adottare per poter continuare a vivere le nuove forme di comunicazione virtuale in modo sicuro e nel rispetto delle Leggi.

Il video sulla presentazione del libro al TG5 è visionabile a questo link su Mediaset Video, qui sotto in streaming embedded on page o direttamente nel nostro canale youtube www.youtube.com/studiodifob.